lunedì 23 ottobre 2017

Centralino IP PBX su Windows - 3CX Phone System which links here: http://www.3cx.it/centralino/index.html

 

 

RSS Feed RSS Feed

Login

Newsletter Newsletter

Registrati

RisorseGuide e Articoli

 

26

Talvolta può risultare impossibile avviare un pc che usa Windows XP a causa d un messaggio di errore del genere: ''impossibile avviare windows poichè manca o è rovinato il file \WINDOWS\SYSTEM32\CONFIG\SYSTEM'' (o SOFTWARE).'System'' e ''Sofware'' fanno parte dei registri di sistema e il loro danneggiamento impedisce il funzionamento di Windows XP.

In questo caso il primo tentativo da fare è cercare (premendo F8 in fase di boot) di riavviare l'ultima configurazione funzionante.

Qualora nemmeno questo tentativo vada a buon fine si può ricorrere alla Console di ripristino di Windows XP (info alla pagina http://support.microsoft.com/?kbid=314058) e procedere come segue

PARTE 1
Dal bios impostare il lettore cd-rom come prima unità della sequenza di boot, quindi avviare il pc con il cd di installazione di xp inserito e procedere all'avvio da del sistema da cd.
Nella videata delle scelte selezionare R per avviare la CONSOLE DI RIPRISTINO (qualcosa per certi versi simile al dos, anche se con funzioni limitate).

Per prima cosa av creata una cartella che verrà chiamata TMP con il seguente comando:

MD TMP

Ora in questa cartella vanno copiati 5 files con i seguenti comandi:

copy c:\windows\system32\config\system c:\windows\tmp\system.bak
copy c:\windows\system32\config\software c:\windows\tmp\software.bak
copy c:\windows\system32\config\sam c:\windows\tmp\sam.bak
copy c:\windows\system32\config\security c:\windows\tmp\security.bak
copy c:\windows\system32\config\default c:\windows\tmp\default.bak

Una volta copiati si procede alla loro cancellazione nella cartella in cui risiedono con i seguenti comandi:

delete c:\windows\system32\config\system
delete c:\windows\system32\config\software
delete c:\windows\system32\config\sam
delete c:\windows\system32\config\security
delete c:\windows\system32\config\default

Ora al loro posto si copiano altri 5 files presi da un' altra cartella con i seguenti comandi:

copy c:\windows\repair\system c:\windows\system32\config\system
copy c:\windows\repair\software c:\windows\system32\config\software
copy c:\windows\repair\sam c:\windows\system32\config\sam
copy c:\windows\repair\security c:\windows\system32\config\security
copy c:\windows\repair\default c:\windows\system32\config\default

In questo modo la prima parte è conclusa. Ora, tolto il cd di installazione dal lettore, basta riavviare il computer impartendo il comando EXIT.
Il sistema, se si sono rispettate alla lettera queste indicazioni, dovrebbe essere in grado di avviarsi.

PARTE 2
Una volta entrati (si entrerà comme amministratori, quindi va ricordata la password data durante l'installazione) aprire ESPLORA RISORSE, scegliere STRUMENTI e quindi OPZIONI CARTELLA.
Cliccare ora su VISUALIZZAZIONE e selezionare VISUALIZZA CARTELLE E FILE NASCOSTI, diselezionare NASCONDI I FILE PROTETTI DI SISTEMA e cliccare su OK per confermare la scelta.
Ora bisogna selezionare il disco in cui è installato il sistema operativo. La cartella di nostro interesse in questa fase è ''SYSTEM VOLUME INFORMATION''.
Bisogna aprirla per visualizzare l'elenco delle cartelle in essa contenuta.
In caso di errore o meglio impossibilità a vederne il contenuto occorre fare riferimento all'articolo http://support.microsoft.com/default.aspx?scid=kb;it;309531 per arrivare a visualizzarne il contenuto.

Al suo interno dovrebbero trovarsi cartelle tipo ''restore{codice_alfa_numerico}''.

Bisogna, se possibile, selezionarne una che non abbia la data e l'ora di quel momento (altrimenti procedere con quella che si ha a disposizione).
Al suo interno ci sono una o piu' cartelle che iniziano con RP. Questi sono i ''punti di ripristino'' creati in precedenza durante l'uso di Windows XP.

La guida ora dice di aprirne una qualsiasi, ma è consigliabile utilizzare quella creata più di recente.
Aprirla ed individuare la cartella chiamata SNAPSHOT.
Da questa cartella vanno copiati nella cartella TMP i seguenti files :
_REGISTRY_USER_.DEFAULT
_REGISTRY_MACHINE_SECURITY
_REGISTRY_MACHINE_SOFTWARE
_REGISTRY_MACHINE_SYSTEM
_REGISTRY_MACHINE_SAM

Ora possiamo chiudere tutte le cartelle e riavviare il computer. Avendo bisogno ancora della CONSOLE DI RIPRISTINO, bisognerà avviare di nuovo da cd di installazione.

PARTE 3
Cancelliamo i seguenti files con i seguenti comandi:

del c:\windows\system32\config\sam
del c:\windows\system32\config\security
del c:\windows\system32\config\software
del c:\windows\system32\config\default
del c:\windows\system32\config\system

e copiamo questi altri con questi comandi:

copy c:\windows\tmp\_registry_machine_software c:\windows\system32\config\software
copy c:\windows\tmp\_registry_machine_system c:\windows\system32\config\system
copy c:\windows\tmp\_registry_machine_sam c:\windows\system32\config\sam
copy c:\windows\tmp\_registry_machine_security c:\windows\system32\config\security
copy c:\windows\tmp\_registry_user_.default c:\windows\system32\config\default

Fatto ciò, tolto il cd di installazione dal lettore, basta riavviare il computer impartendo il comando EXIT.

PARTE 4
Clicchiamo su START, TUTTI I PROGRAMMI , ACCESSORI , UTILITA' DI SISTEMA e quindi su RIPRISTINO CONFIGURAZIONE DI SISTEMA. Richiamare l'ultima configurazione funzionante e tutto dovrebbe riprendere a funzionare come prima che il problema si manifestasse.

Per sicurezza conviene ricontrollare ogni impostazione relativa al pc (periferiche installate, connessioni ecc.) per essere sicuri che il ripristino abbia portato la macchina alla piena efficienza.

Una volta terminato il controllo e sicuri che tutto sia tornato alla normalità, conviene subito ricreare un punto di ripristino relativo a questo momento.

(Redattore esterno)


Scritto in: Guide e Articoli
AZIONI: E-mail | Permalink |
CONDIVIDI: del.icio.us   Facebook   Digg   Google   Live Bookmarks   Newsvine   StumbleUpon   Technorati   Yahoo   DotNetKicks
blog comments powered by Disqus

Copyright 2011 by SysAdmin.it