giovedì 27 aprile 2017

Centralino IP PBX su Windows - 3CX Phone System which links here: http://www.3cx.it/centralino/index.html

 

 

RSS Feed RSS Feed

Login

Newsletter Newsletter

Registrati

RisorseGuide e Articoli

 

20

Servizi Terminal in Windows Server 2008 and Remote Desktop Services in Windows Server 2008 R2

INTRODUZIONE

Questo articolo nasce principalmente per due motivi : primo perché, specie ultimamente, lavoro sempre più spesso con i servizi terminali di Windows Server 2008, secondo, perché rispetto a Windows Server 2000 o 2003 ci sono stati alcuni cambiamenti molto importanti che ho voluto approfondire.

Prima di tutto la fatidica domanda : cosa sono i Servizi Terminal?

I servizi terminal o più recentemente chiamati Remote Desktop Services in Windows 2008 R2 consentono agli utenti di eseguire una o più applicazioni su un server remoto invece che sulla propria workstation, essi devono essere necessariamente installati su un sistema Windows Server.

L’esperienza che si prova è reale al 100% in quanto con i Servizi Terminal è come trovarsi fisicamente davanti al computer remoto.

Quando infatti l’utente accede con il suo client ad server su cui è installato il ruolo di servizi terminal, l’esecuzione dell’applicazione, il consumo di risorse (ad esempio ram e cpu), e l’elaborazione è a carico del server. Solo gli input di tastiera, mouse e schermo passano attraverso la rete sgravando e alleggerendo completamente il computer client.

Il funzionamento dei Servizi terminal è possibile praticamente da ovunque, su rete Lan, Wan e anche attraverso Internet.

Numerosi sono i vantaggi di questa tecnologia, eccone alcuni :

  • tutti i client che si connettono ad un server con i Servizi Terminal vedono la medesima versione dell’applicazione
  • gli utenti si possono collegare da qualsiasi computer della rete (anche pc  con hardware meno recente)
  • il computer degli utenti resta molto più leggero in quanto le applicazioni non vengono eseguite localmente
  • i vari upgrade e aggiornamenti vanno fatti una sola volta e centralmente
  • si uniformano tutti  i computer di una rete anche se eseguono versioni differenti di Windows

L’unico strumento che i client usano per il collegamento ad un Server Terminal è Connessione Desktop remoto ed è disponibile per la maggior parte delle versioni di Windows.

Per eseguire Connessione Desktop remoto in sessione virtuale :

  • da prompt dei comandi con il comando mstsc
  • da Start, Tutti i programmi, Accessori, Connessione Desktop remoto

Connessione Desktop Remoto

In Windows Server 2008 è possibile utilizzare contemporaneamente due sessioni amministrative senza bisogno di nessuna licenza aggiuntiva (CAL) di Terminal Server. Come vedremo in seguito la sessione amministrativa si differenzia dalla sessione virtuale in quanto permette ad un amministratore di gestire comodamente dalla sua postazione client, il server, avendo anche sott’occhio tutti i messaggi e i processi di sistema normalmente visibili solamente dalla console.

Approfondimento : per eseguire il comando mstsc in modalità “Desktop remoto per amministrazione” è sufficiente che contenga, nella sua sintassi, una delle seguenti opzioni :

  • mstsc /console : serve per tutti i client con versioni precedenti alla 6.1 del client RDP e nella versione originale distribuita con Windows Vista,
  • mstsc /admin : serve a tutti i client RDP aggiornati automaticamente tramite Windows Update o nativamente da Windows server 2008 in poi

Windows Server 2008 supporta entrambe le opzioni.

Per altre opzioni digitare mstsc /?

Opzioni

IMPORTANTE : per poter accedere tramite Desktop remoto ad un server (o ad un client) è indispensabile che

  1. tutti gli account usati abbiano una password
  2. la porta TCP 3389 sia aperta in ingresso dai vari Firewall sia personal che perimetrali

 

Come ho anticipato precedentemente nonostante che il client è lo stesso occorre distinguere bene i Servizi Terminali in :

  1. Modalità Servizi Terminal
  2. Desktop remoto per amministrazione

 

Modalità Servizi Terminal

 

La modalità Servizi Terminal ha tutti i vantaggi precedentemente detti, inoltre aggiunge dei plus interessanti come ad esempio le RemoteApp, il Gateway di servizi terminal, Accesso Web di servizi terminali e il VDI.

Le RemoteApp sono applicazioni che seppur sfruttando nel server la tecnologia dei servizi terminal si integrano perfettamente tra i programmi installati localmente nel pc dell’utente. In pratica quando l’utente lancia l’applicazione “RemoteApp” non gli viene presentato il desktop del server ma direttamente l’applicazione. L’utente difficilmente noterà la differenza ma l’applicazione lanciata dal suo desktop in realtà sta “girando” su di un server terminal.

Gateway di servizi terminal invece consente ad utenti precedentemente autorizzati di collegarsi ai server aziendali attraverso internet da qualsiasi posto in cui si trovino utilizzando il protocollo RDP incapsulato su HTTPS sulla porta TCP 443. Utilizzando l’HTTPS ha un duplice vantaggio :

  • la connessione è crittografata
  • è possibile attraversare i Firewall in quanto la porta 443 è normalmente lasciata aperta

Accesso Web di servizi terminali fornisce la possibilità di eseguire ,attraverso ad una pagina web, le applicazioni e i servizi offerti dal Server Terminal

Ma la più importante novità introdotta con Remote Services Desktop è l’integrazione con il VDI (Virtual Desktop Infrastructure).

In pratica in aggiunta al tradizionale scenario di virtualizzazione garantito dai Servizi Terminal, il nuovo Windows Server 2008 R2 espande tale ruolo integrandolo con la Virtual Desktop Infrastructure (VDI), che permette di centralizzare lo storage, l’esecuzione e la gestione di un desktop Windows direttamente sul server.

 

Ma di cosa abbiamo bisogno per creare un’infrastruttura basata su Servizi Terminali?

Come tanti servizi anche i Servizi Terminal hanno bisogno di una parte client e di una parte server. Come abbiamo visto la parte client utilizzata è “connessione desktop remoto” disponibile per quasi tutti i sistemi operativi di casa Microsoft (Xp,vista, win7, windows server 2003 e 2008)

La parte Server dei Servizi Terminal è un vero e proprio ruolo che si deve installare da “Server Manager”.

Quando infatti su un Windows Server 2008 è installato il ruolo di Terminal server è chiamato Terminal server a tutti gli effetti e può ospitare, programmi basati sul sistema operativo Windows o addirittura il desktop completo di Windows per i computer client (VDI).

Il ruolo è composto principalmente da questi elementi fondamentali, che a partire dalla versione di Windows Server 2008 R2 hanno cambiato nome :

In Windows Server 2008   In  Windows Server 2008 R2
Terminal Server   Host Sessione Desktop remoto
Accesso Web di Servizi terminal     Accesso Web Desktop remoto
Gestione licenze Servizi terminal     Servizio licenze Desktop remoto
Gateway di Servizi terminal     Gateway Desktop remoto
Broker sessione Servizi terminal   Gestore connessione Desktop remoto
    Host di virtualizzazione Desktop remoto (NEW)

Per installare il ruolo :

  1. Da Server Manager fare click su Aggiungi ruoli nella sezione Riepilogo ruoli

Server Manager

   2.  Partirà un wizard nel quale si potrà selezionare il ruolo “Servizi di desktop remoto”, premere avanti

   3. Selezionare i sottocomponenti desiderati

Selezione Servizi Ruolo

Terminal Server o Host sessione Desktop remoto  : consente a un server di ospitare programmi basati su Windows o il desktop completo di Windows. Gli utenti possono connettersi a un Terminal Server per eseguire programmi, salvare file e utilizzare le risorse di rete disponibili in tale server.

Host di virtualizzazione Desktop remoto : è un servizio ruolo di Servizi Desktop remoto incluso in Windows Server 2008 R2. Host di virtualizzazione Desktop remoto si integra con Hyper-V per fornire macchine virtuali tramite Connessione RemoteApp e desktop. È possibile configurare Host di virtualizzazione Desktop remoto in modo che a ogni utente dell'organizzazione venga assegnata una macchina virtuale univoca o in modo che gli utenti vengano reindirizzati a un pool condiviso di macchine virtuali in cui viene assegnata dinamicamente una macchina virtuale.

Host di virtualizzazione Desktop remoto utilizza Gestore connessione Desktop remoto per determinare dove viene reindirizzato l'utente. Se a un utente viene assegnato e richiede un desktop virtuale personale, verrà reindirizzato da Gestore connessione Desktop remoto a questa macchina virtuale. Se la macchina virtuale non è attiva, Host di virtualizzazione Desktop remoto la attiverà e quindi connetterà l'utente. Se l'utente si connette a un pool condiviso di macchine virtuali, Gestore connessione Desktop remoto innanzitutto verificherà se dispone di una sessione disconnessa nel pool. In caso affermativo, l'utente verrà riconnesso a quella macchina virtuale. In caso negativo, all'utente verrà assegnata dinamicamente una macchina virtuale del pool, se disponibile.

Servizio licenze Servizi terminal o Servizio licenze Desktop Remoto : è un servizio ruolo che gestisce le licenze CAL di Servizi terminal necessarie ad ogni dispositivo o utente per connettersi ad un Terminal Server. Si  utilizza Gestione licenze Servizi terminal per installare e rilasciare le licenze CAL di Servizi terminal, nonché per monitorarne la disponibilità, in un server licenze di Servizi terminal.

Gateway di Servizi terminal o  Gateway Desktop remoto : Un servizio ruolo che consente agli utenti remoti autorizzati di connettersi alle risorse di una rete aziendale interna da qualunque dispositivo connesso a Internet in grado di eseguire il software client di Connessione desktop remoto.

Gestore sessioni Servizi terminal o Gestore connessione Desktop remoto : Un servizio ruolo che supporta il bilanciamento del carico di sessione tra Terminal Server in una farm del Terminal Server e la riconnessione a una sessione esistente in una farm di Terminal Server con carico bilanciato.

Accesso Web di Servizi terminal o Accesso Web Desktop remoto : Un servizio ruolo che consente agli utenti di accedere ai programmi RemoteApp e a una connessione desktop remoto di accedere al Terminal Server tramite un sito Web. Accesso Web di Servizi terminal include inoltre Connessione Web desktop remoto che consente agli utenti di connettersi in remoto a qualsiasi computer su cui abbiano Accesso desktop remoto

Aggiungendo il gateway Desktop remoto il wizard installerà anche il Server Web (IIS)

IIS7

Proseguendo con l’installazione impostare il metodo di autenticazione

e la modalità di gestione delle licenze

In questo passaggio si possono selezionare gli utenti che potranno accedere in Desktop remoto. La procedura aggiungerà automaticamente gli utenti selezionati nel gruppo “utenti Desktop remoto”

Windows Server 2008 R2 migliora significativamente l’esperienza degli utenti, rendendola praticamente uguale a quella provata accedendo al proprio pc in locale. Un’utente medio in pratica non si accorge nemmeno di essere in una sessione di Desktop Remoto.

Si aggiungono infatti l’interfaccia Aero, il supporto multi-monitor e per Windows Media Player redirection, all’audio bidirezionale, il supporto per le applicazioni 3D e per i contenuti multimediali sviluppati in Silverlight e Flash.

 

Terminal Server e pianificazione di un’infrastruttura adeguata

Un aspetto importante quando si deve pianificare un’infrastruttura basata sui Servizi Terminal è quello di calcolare la capacità di un server (o di più server) in modo accurato, per poter stabilire il più precisamente possibile la quantità di utenti che si potranno collegare. Microsoft ci viene in aiuto proprio con Windows Server 2008 che presenta notevoli miglioramenti rispetto ai suoi predecessori.

Infatti l’utilizzo migliorato della memoria nel nuovo sistema operativo server, il miglioramento del bus di sistema e l’utilizzo di processori sempre più veloci sono tutti elementi che lo avvantaggiano  rispetto a Windows Server 2000 e 2003. 

In ogni caso i due elementi fondamentali da tenere presente per l’implementazione di Servizi Terminal sono la CPU e la RAM. Anche la velocità di rete e dei dischi è importante ma sicuramente vengono dopo.

Per quanto riguarda la RAM bisogna tenere conto dei seguenti elementi :

a) quanti sono utenti si devono collegare?

b) quali e quante applicazioni (da sole o contemporaneamente) useranno gli utenti?

c) quanta memoria fisica e quanta virtuale consumano le applicazioni usate dagli utenti?

d) quali sono le abitudini degli utenti e quali le mansioni?

L’operazione da fare per quanto riguarda i punti a,b e c è semplicemente quella di sommare la memoria che le applicazioni consumeranno e aumentare di circa un 40/50% il risultato.

es.: se abbiamo un’azienda con 50 utenti che usano mediamente per le applicazioni 40 mb di memoria ram dovremmo avere almeno un server con 2 GB di RAM, a questo si aggiunge mediamente un 50 % in più per garantire al server di sopportare dei picchi di lavoro improvvisi come una scansione antivirus o l’apertura di applicazioni più potenti da parte di qualche utente. Risultato 3 GB.

Per quanto riguarda il punto d) invece bisogna tenere presente che le abitudini di lavoro degli utenti possono influenzare di molto il carico di lavoro di un server :

  • entrare e uscire di continuo dai programmi
  • l’utilizzo di sfondi e screen saver pesanti
  • l’utilizzo di programmi per l’elaborazione video o di grafica
  • le impostazioni dello schermo (65000 colori o 16,8 milioni di colori)

Tutti questi elementi influiscono molto sulle prestazioni di un server, suggerisco infatti due soluzioni :

la prima è quella di limitare con le Local/Group Policy le impostazioni di sfondi,impostazioni schermo o screen saver

La seconda di “educare” gli utenti ad un uso un più corretto; ad esempio gli si può insegnare che invece che chiudere e riaprire continuamente Microsoft Outlook o Word si possono tenere tutte le applicazioni aperte iconizzate e di passare semplicemente da una all'altra per la consultazione.

Inoltre sempre collegandomi al punto d) è bene considerare quali sono le mansioni degli utenti e quali applicazioni hanno bisogno. Mi spiego meglio : se devo implementare i Servizi Terminal in uno studio di commercialisti o in un ufficio dove gli impiegati usano il computer principalmente per l’immissione di dati in un programma di contabilità il consumo di RAM sarà molto basso. Al contrario se si dovranno usare applicazioni grafiche in 3D come Autocad o applicazioni per l’elaborazione fotografica o video il consumo di RAM sarà notevolmente più alta.

Per quanto riguarda la CPU, dato che la capacità di elaborazione va di pari passo a quella della ram, bisogna fare in modo che quando si aumenta il numero di utenti si aumentari, oltre che la RAM , anche il numero dei processori.

Orientativamente si calcola che con un processore Intel Xeon da 3,2 GHz e 4 GB di memoria un server possa ospitare almeno un 100 di utenti che eseguono un immissione di dati e una 40 di utenti che usano il pc con programmi più complessi. Aumentando i processori e portandoli a 4 si riesce a soddisfare circa 400 utenti che eseguono un immissione di dati e quasi 200 utenti con programmi più massicci.

Nello specifico, nel valutare le prestazioni di un server il valore che più di tutti è da tenere sott’occhio con il Performance Monitor (PERFMON) è il contatore di prestazioni “Letture in copia trovate %” dell’oggetto Cache.

Per trovare questo valore e quindi monitorarlo procedere come segue :

1) cliccare su Start -> Esegui e digitare “perfmon” quindi premere ok

2) posizionarsi su Performance Monitor e premere CTRL+N

3) nella sezione “Contatori disponibili” selezionare la voce “Cache”, quindi cliccare sul tasto “Aggiungi”, infine ok

Questo valore ci dice la percentuale di lettura in copia della cache che non necessitano della lettura del disco per accedere alla pagina della cache e deve stare tra il 95 e il 99%.

Quando la percentuale è vicino o sotto al 95% significa che il server esegue tantissime volte la lettura del file di paging (in gergo si dice proprio “che fa paging su disco”), cosa che incide molto sulle prestazioni. In questo caso è consigliabile aumentare la memoria RAM

LICENZE DI SERVIZI TERMINAL

Per poter usufruire dei Servizi Terminal di Microsoft è necessario installare un server di “Licenze servizi terminal” che ha il compito di convalidare e rilasciare licenze ai client RDP che vogliono accedere ad un Server Terminal e ai suoi servizi. Un server di licenze richiede l’uso di licenze ufficiali Microsoft attivate tramite Microsoft Clearinghouse. La connessione utilizza le porte 80 e 443assicurarsi che un eventuale firewall lasci passare le connessioni su tali porte, in caso contrario si può eseguire l’attivazione tramite telefono.

Il metodo di gestione licenze di Terminal Server in Windows Server 2008 è diverso da quello utilizzato da Microsoft Windows Server 2003. Le licenze regolarmente acquistate vengono conservate in un server di licenze, quando un client chiede di connettersi per la prima volta il server terminal  verifica che sia presente una licenza. Se il client presenta una licenza valida il server la convalida e gli permette di accedere. Se al contrario il client non ha una licenza, il server terminal contatta un server di licenze per verificare la disponibilità di una licenza valida, se è disponibile gliela richiede e la passa al client. Infine dopo averla convalidata il server terminal dà il permesso al client di connettersi. Se il server non ha una licenza valida o non riesce a contattare un server di licenze rifiuta l’accesso al client.

A titolo di test per i primi 120 giorni viene rilasciata una licenza temporanea ad un numero illimitato di client anche se il server non c’è un server di licenze attivato, trascorso tale periodo il client non potrà più connettersi.

Quando si acquistano delle licenze o pacchetti di licenze si riceve contestualmente anche un codice che dev’essere usato per attivarle. In passato i pacchetti di CAL di Terminal server potevano essere acquistate in tagli da 5, da 20. A oggi con Windows Server 2008 e 2008 R2 è possibile acquistare oltre che nei precedenti tagli, anche singolarmente. Per ulteriori dettagli fare riferimento a questo link : http://blogs.msdn.com/rds/archive/2009/10/22/rds-cal-single-pack-now-available-in-retail-channel.aspx

Per informazioni sull'attivazione di un server licenze, vedere Attivazione di un server licenze Terminal Server.

Le CAL vengono rilasciate unicamente :

  • per dispositivo -> valida solo per un determinato computer  a prescindere dall’utente che lo usa, viene convalidata dal GUID del PC
  • per utente -> valida per un utente specifico a prescindere dal dispositivo utilizzato, viene convalidata dal GUID dell’account utente

Una licenza rilasciata da un server di licenze (attraverso un server terminal) ad un client è valida per un periodo casuale che va da 52 a 89 giorni. Infatti quando un client si disconnette la licenza non viene rilasciata ma viene tenuta fino alla scadenza, dopodiché verrà restituita come inutilizzata al pool di licenze. Come abbiamo detto il server ogni volta che un client si collega verifica se la validità della licenza è valida, se il numero dei giorni di validità è uguale o inferiore a 6 la rinnova per altri 52/89 giorni. Quando ad un client gli scade la licenza o se non si è più collegato da tempo il server, alla scadenza della licenza, la rilascia al pool di licenze e da quel momento quella determinata licenza potrà essere assegnata ad altri.

E’ possibile configurare un server di licenze per l’uso dei Servizi Terminal in tutta l’azienda oppure in uno specifico dominio o gruppo di lavoro.

Nel caso si scelga l’utilizzo “in tutta l’azienda” basterà un server di licenze per tutta l’infrastruttura. Se si sceglie l’uso specifico per dominio o gruppo di lavoro sarà obbligatorio avere un server di licenze per ogni dominio o gruppo di lavoro.

Listini e Licencing : http://www.microsoft.com/italy/info/annunci/server/generale/remotedesk.mspx

  

DESKTOP REMOTO PER AMMINISTRAZIONE

 

Il desktop remoto per amministrazione permette agli amministratori di rete di collegarsi per fare manutenzione da remoto ad un server. Per impostazione predefinita tutti gli utenti che fanno parte del gruppo administrators possono già collegarsi.

Per attivare la funzionalità :

Start -> Esegui -> Control System

Cliccare su Impostazioni di connessione remota

Nella sezione Desktop Remoto abilitare la funzione

La prima opzione consente il collegamento ai client di versione 6.0 o successiva, Windows XP Sp2 o Sp3, Windows Server 2003 Sp1, Vista e Windows Server 2008

La seconda opzione consente il collegamento solamente da computer che eseguono Vista o Windows Server 2008 o computer con autenticazione protetta.

Autenticazione a livello di rete è un metodo di autenticazione che consente di completare l'autenticazione dell'utente prima che venga stabilita una connessione Desktop remoto completa e che venga visualizzata la schermata di accesso.

Per controllare la versione e se supporta l’autenticazione protetta una volta lanciato il client (mstsc) fare clic sull'icona nell'angolo superiore sinistro della finestra di dialogo Connessione desktop remoto e quindi fare clic su Informazioni su.

Per aggiungere utenti fare click su Seleziona utenti e poi sul tasto Aggiungi

Nota : se non si vuole dare il diritto di amministratore ad un utente ma si vuol delegare il medesimo ad effettuare delle manutenzioni tramite desktop remoto per amministrazione si deve fare così :

1. inserire l’utente nel gruppo utenti desktop remoto (precedente procedura)

2. nelle policy locali dare il diritto Consenti accesso tramite Servizi Desktop remoto al gruppo utenti desktop remoto

Per collegarsi in Desktop remoto l’account deve obbligatoriamente avere una password, inoltre la porta TCP 3389 deve essere aperta. Se si usa Windows firewall l’eccezione viene creata automaticamente.

Ovviamente essendo per per la sola amministrazione dei server, Microsoft dichiara che non si può assolutamente usare la suddetta modalità per il collegamento in un’ambiente di produzione e per funzioni quali ad esempio Microsoft Outlook, Word o Excel. Se si vuole disporre di queste applicazioni si deve necessariamente installare il ruolo di Terminal Server e acquistare delle CAL di Servizi Terminali.

Al contrario per usare la modalità Desktop remoto per amministrazione non è richiesta nessuna CAL, inoltre Windows server 2008 consente di utilizzare 2 sessioni amministrative attive contemporaneamente; una locale e una remota o tutte e due remote. Se una terza connessione vuole accedere, il sistema chiederà quale delle sessioni attive si vuole disconnettere.

NOTA : A differenza dei suoi predecessori Windows Server 2008 in modalità “desktop remoto per amministrazione” non può far avviare un programma alla connessione, neanche se è impostato a livello di server (come ambiente nel Tab dell’utente o nell’impostazione di “Configurazione host sessione Desktop remoto”)

N.B.: per qualsiasi ragione (sicurezza, firewall,router) è possibile modificare la porta 3389.

 

DESKTOP REMOTO E CRITERI DI GRUPPO

I criteri di gruppo anche in questo caso ci vengono incontro e ci consentono di configurare l’utilizzo, sia a livello locale che di dominio (Group Policy), del desktop remoto. I “settings” si possono fare nell’ “Editor Criteri di gruppo locali” (GPEDIT.MSC) sia nella sezione di “Configurazione Utente” che in “Configurazione Computer” :

  • Configurazione Computer -> Modelli Ammnistrativi -> Componenti di Windows -> Servizi Desktop Remoto 

    • Configurazione Utente -> Modelli Ammnistrativi -> Componenti di Windows -> Servizi Desktop Remoto

 

CONCLUSIONE

Nonostante le numerose novità in Windows Server 2008 e Windows Server 2008 R2, il già vasto “mondo” dei Servizi Terminali è stato ultimamente arricchito con la virtualizzazione a livello server e applicativo ed in particolare con Microsoft Application Virtualization (App-V) e Virtual Desktop Infrastructure (VDI). Di cose quindi da aggiungere sui Servizi Terminal ce ne sarebbero ancora moltissime, l’articolo  vuole però semplicemente fornire un’introduzione a questo ampio argomento. Lascio quindi a voi la scelta degli aspetti da approfondire e alcuni link di approfondimento.

Per altre info o approfondimenti :

Remote Desktop Services in Windows Server 2008 R2 : http://technet.microsoft.com/en-us/library/dd647502(WS.10).aspx

Utilizzare Servizi Terminal in Windows Small Business Server 2008 : http://technet.microsoft.com/it-it/library/dd262139(WS.10).aspx

Remote Desktop Connection 7 for Windows 7, Windows XP & Windows Vista : http://blogs.msdn.com/rds/archive/2009/08/21/remote-desktop-connection-7-for-windows-7-windows-xp-windows-vista.aspx

Centralized Desktop: Virtual Desktop Infrastructure and Terminal Services : http://www.microsoft.com/virtualization/assets/media/cdc/local/index.htm

Problematiche connesse alla migrazione di un Server Terminal di Ermanno Goletto : http://technet.microsoft.com/it-it/library/cc645564.aspx

Microsoft Virtualization Site : http://www.microsoft.com/virtualization/en/us/default.aspx


Scritto in: Guide e Articoli
AZIONI: E-mail | Permalink |
CONDIVIDI: del.icio.us   Facebook   Digg   Google   Live Bookmarks   Newsvine   StumbleUpon   Technorati   Yahoo   DotNetKicks
blog comments powered by Disqus

Copyright 2011 by SysAdmin.it